ANDAR PER STRETTE STRADE

Cari amici,
alla fine della nostra passeggiata a Lucera, città d'arte e di curiosità, un bilancio è quasi d'obbligo. Percorrendo le vie del borgo antico, siamo passati attraverso secoli di storia e abbiamo scoperto cosa si cela dietro a un sito o a un monumento che magari ci è anche troppo familiare. Già, le vie... Ne conosciamo di larghe e spaziose e ne apprezziamo la comodità. Alcune però vantano tutt'altre larghezze e qui ce n'è una talmente stretta da aver battuto il record mondiale di angustia. Si chiama Vico Ciacianella e si trova ad appena venti metri dalla Cattedrale.

Lo scorso 16 marzo, sulla sua pagina Facebook, un trionfante Giuseppe Toziano, presidente del FAI di Lucera, pubblica la notizia ufficiale: Vico Ciacianella è la strada più stretta del mondo. È larga, per modo di dire, 45 cm che, nel suo punto più ravvicinato, si riducono a 22. Una bella soddisfazione dopo una brillante carriera da "via più stretta d'Italia" e "via più stretta d'Europa".
C'è chi dice che l'ottocentesca viuzza sia nata per favorire la privacy degli innamorati o come scappatoia in tempi di guerra. In realtà essa è il risultato del disaccordo dei proprietari di due palazzi che, dovendo costruire le loro dimore una vicino all'altra rispettando certe regole, non riuscirono a trovare un compromesso. Il nome, invece, è un prestito da una donna che viveva proprio lì.
La vicinanza diventa particolarmente impressionante se si alza lo sguardo verso i tetti. I due palazzi quasi si toccano e si ha il timore che a momenti possano andare a sbattere l'uno contro l'altro. È un particolare, questo, che rende la visita al centro storico di Lucera persino divertente. Il vicolo è molto trafficato e se si fa attenzione alle "strategie di attraversamento" che ognuno mette in atto per poter passare, si assiste a uno spettacolo davvero esilarante. 
Se state programmando un viaggio da queste parti e valutando le possibilità che avete di poter entrare e uscire da Vico Ciacianella, vi dico che è inutile preoccuparsi. Scoprirete che certi passaggi sono magici e non è solo una questione di misure...




Commenti